domenica 13 marzo 2011

1978 Gli “anni di piombo”

Il periodo 1978-88 ha visto alcuni dei più gravi episodi di terrorismo si interno sia internazionale, con brillanti successi per la legge sul piano interno.

Alle 9.15 del 16 marzo 1978, in via Mario Fani a Roma, un commando di terroristi perfettamente organizzato e addestrato rapiva il presidente del Consiglio Nazionale della D.C., Aldo Moro, mentre stava recandosi in parlamento.  I cinque uomini della scorta venivano trucidati con spietata efficienza. La vicenda Moro fu e resta emblematica, ma com’è noto il terrorismo organizzato non nacque né morì allora, almeno in Italia e negli anni successi vi scosse il Paese con imprese raccapriccianti, come la strage della stazione di Bologna, con 85 morti e 186 feriti.

Il 13 magio 1981 papa Giovanni Paolo II fu gravemente ferito a colpi di pistola, in piazza San Pietro a Roma, da un terrorista turco di nome Ali Agca. Si sospettò che l’attentatore fosse al soldo dei servizi segreti per  destabilizzare il nostro Paese.

(Fonte libro di mia proprietà: I grandi avvenimenti del XX secolo- Selezione dal Reader’s Digest)